L'Istituto

Enrico Fermi

Enrico Fermi«Ci sono soltanto due possibili conclusioni:
se il risultato conferma le ipotesi,
allora hai appena fatto una misura.
Se il risultato è contrario alle ipotesi,
allora hai fatto una scoperta».
Enrico Fermi

Enrico Fermi (Roma, 29 settembre 1901 - Chicago, 28 novembre 1954) è stato un fisico italiano naturalizzato statunitense, tra i più noti al mondo, principalmente per i suoi studi teorici e sperimentali nell'ambito della meccanica quantistica.
Già da bambino mostrò grande interesse e propensione per la matematica e la fisica. Laureatosi nel 1922 alla Scuola Normale di Pisa, nel 1926 scoprì la legge statistica, oggi nota come "statistica di Fermi", e nello stesso anno è chiamato da O.M.Corbino (intorno al quale si forma il gruppo di studio ribattezzato in seguito "i ragazzi di Via Panisperna", dalla sede dell'istituto e composto da Rasetti, Segré, Amaldi, Majorana, Trabacchi, Pontecorvo e lo stesso Fermi che porterà la fisica italiana ai più alti livelli) alla cattedra di Fisica Teorica all'Università di Roma, che mantenne fino al 1938. In quell'anno, dopo aver ritirato il Premio Nobel a Stoccolma, vinto «per aver dimostrato l'esistenza di nuovi elementi radioattivi prodotti dall'irradiazione del neutrone, e per la conseguente scoperta delle reazioni nucleari indotte dai neutroni lenti», si trasferì con la famiglia negli Stati Uniti, alla Columbia University di New York, per sfuggire le leggi razziali emanate dal regime fascista.
Fermi ha elaborato l'equazione della statistica quantistica di Fermi-Dirac a cui obbediscono le particelle elementari, oggi nota come statistica antisimmetrica Fermi-Dirac, dal nome dello scienziato inglese Dirac, che seppur in ritardo di circa sei mesi rispetto a Fermi, giunse alle stesse conclusioni.
Nel 1933 propose la sua teoria del "decadimento b" e, nel 1934, ottenne i primi isotopi radioattivi dal bombardamento con neutroni.
Nel 1942 si trasferì al Metallurgical Laboratory di Chicago, dove progettò e guidò la costruzione del primo reattore nucleare a fissione, che produsse la prima reazione nucleare a catena controllata.
Tra 1944 e il 1946 lavorò ai laboratori di Los Alamos e fu uno dei direttori tecnici del Progetto Manhattan, che portò alla realizzazione della bomba atomica. Successivamente si dedicò allo studio della struttura subatomica e all'analisi delle reazioni fra Pioni e Nucleoni e insegnò Fisica all'Università di Chicago, dove rimase fino alla morte.
Enrico Fermi è stato il primo ad interessarsi alle potenzialità delle simulazioni numeriche in ambito scientifico, nonché l'iniziatore di una fecondissima scuola di fisici, sia in Italia, sia negli Stati Uniti d'America.
Portano inoltre il suo nome il fermio (elemento radioattivo), i fermioni (particelle con spin semi-intero), l'unità di misura del fermi (equivalente a 10/15 metri), il laboratorio americano Fermilab; il dipartimento di fisica della University of Chicago dove era solito lavorare è che ora conosciuto come The Enrico Fermi Institute.
Il Riconoscimento Presidenziale statunitense Enrico Fermi fu stabilito nel 1956 in memoria dei suoi successi e della sua statura di grande uomo di scienza.
Gli è stato inoltre dedicato un cratere sulla Luna.
L'attività di Fermi si è manifestata in molti campi della fisica, ed egli è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi scienziati di sempre.

Organi Collegiali: Il Consiglio D'Istituto

Consiglio d'Istituto: è costituito da rappresentanti di tutte le componenti scolastiche interne ed esterne ed è presieduto da uno dei suoi membri eletto a maggioranza assoluta all'interno del Consiglio, tra i rappresentanti dei genitori. Stabilisce le finalità e gli obiettivi generali d'Istituto. Approva la programmazione educativa interscolastiche ed extra-scolastiche del Piano di Offerta Formativa presentato dal Collegio dei Docenti. Delibera i bilanci preventivi e consuntivi di spesa e gli acquisti delle attrezzature scolastiche su indicazioni della giunta esecutiva. Ha potere deliberante per quanto concerne: " Adozione del regolamento interno dell'Istituto; " Adattamento del calendario scolastico alle esigenze del territorio; " Criteri per visite didattiche e viaggi d'istruzione; " Promozione di consorzi, di collaborazione con altre scuole; " Promozione di attività culturali, sportive; " Adattamento dell'orario interno alle esigenze degli allievi; " Criteri generali per la formazione delle classi.

Componenti del Consiglio d'Istituto

Contesto economico sociale e culturale del territorio

Il bacino di utenza dell'ITIS "E. Fermi" di Ascoli Piceno è costituito dal territorio del Comune di Ascoli e dei Comuni della Vallata del Tronto, sia della provincia di Ascoli che di Teramo. L'economia del territorio ascolano è a medio sviluppo, caratterizzata da:
- Un'agricoltura intensiva a valle, estensiva a monte, con basso indice di occupati.
- Un'industria di piccola e media impresa che mostra, solo di recente, segni di ripresa.
Nei toni chiaroscuri del territorio la disoccupazione, che si attesta intorno al 13%, si conferma come primo problema, accanto a quello della fragilità delle aziende.

Leggi tutto...

I.T.T. "E. Fermi"

ITT "E.Fermi"

DOVE SIAMO

L'Istituto Tecnico Industriale "E. Fermi" - settore Tecnologico - di Ascoli Piceno costituisce un importante punto di riferimento nel territorio. Fondato negli anni '60 per rispondere alle esigenze lavorative della provincia e delle zone limitrofe, l'Istituto è inserito in un contesto territoriale il cui sviluppo economico è caratterizzato da piccole e medie imprese di varia natura, dal turismo che sta affermandosi in questi anni e da una fisionomia prevalentemente agricola.
La città, ricca di storia e di monumenti, ha una tradizione culturale rilevante, accentuata oggi dalla presenza dell'Università con la quale esistono forme di collaborazione.

Leggi tutto...

La Storia

Logo ITT "E.Fermi"L'I.T.I.S. "E. Fermi" tra passato e presente
La necessità di istituire in Ascoli Piceno un Istituto Tecnico Statale era molto sentita alla fine degli anni cinquanta perché i giovani ascolani desiderosi di conseguire il diploma di perito industriale dovevano recarsi a Fermo con tutti i comprensibili conseguenti disagi. L'ITIS nasce proprio come sede staccata dell'Istituto "Montani" di Fermo nell'anno 1959/60.

Leggi tutto...